giovedì, Luglio 25, 2024
spot_img
HomeCronacaCosenza, voto di scambio, De Cicco replica a Formisani: “Lo sa tutta...

Cosenza, voto di scambio, De Cicco replica a Formisani: “Lo sa tutta la città e lo sa anche lei!”.

COSENZA – Il candidato a Sindaco Francesco De Cicco risponde all’avversario Valerio Formisani dopo la lettera aperta in cui gli si chiede di denunciare pubblicamente quanto detto durante la trasmissione in diretta su TEN, lo scorso 23 settembre, sul tema del voto di scambio. Nell’intervista il candidato De Cicco ha risposto a delle provocazioni perpetrate da alcuni competitor e, con la consueta schiettezza che lo contraddistingue, ha citato situazioni e fatti che sono già “vox populi” e sono facilmente verificabili da tutti: basta leggere i nomi presenti nelle liste.

“Egregio dott. Formisani, a proposito della mia denuncia in TV e sulla sua proposta di accompagnarmi in Procura per presentare un esposto all’autorità giudiziaria, in questo momento, le rispondo subito: per me quella che sta mettendo in atto è una mera strumentalizzazione politica e non le fa onore, perché è una ipocrita manovra che ha il sapore della propaganda elettorale”, dichiara Francesco de Cicco. “I nomi e i cognomi di coloro che sono scesi a compromessi politici, caro dottore, li conosce benissimo, come ha dichiarato anche in trasmissione. Un atto di giustizia, dunque, che avrebbe potuto fare benissimo da solo, dato che si professa vera forza di sinistra e opposizione dell’attuale amministrazione, invece di trincerarsi dietro un sorriso durante le mie dichiarazioni”.

Anziché chiedere conto a me del “voto di scambio” – tema su cui gli organi competenti potranno verificare in qualunque momento ciò che è stato asserito in trasmissione e valutare se si è in presenza anche di reati – mi sarei aspettato che avesse chiesto conto a coloro che per primi hanno parlato di voto di scambio, di fare luce su quanto da loro asserito. Ancora una volta, invece di pensare ai problemi della città e proporre soluzioni concrete, cerca di gettare fumo, spianando ancor di più la strada a quei partiti e al sistema politico che dice di voler combattere, ergendosi a paladino della giustizia. Da medico, soprattutto, perché sa benissimo ciò che accade nelle cliniche private e come funziona il voto di scambio all’interno di queste strutture. Caro Formisani, ne avrebbe di cose da denunciare.

Sta di fatto che essere il solo ad avere una attenzione continua in questa campagna elettorale, manifesti una debolezza argomentativa e di critica. Al contrario dei benpensanti e dei radical chic di sinistra, che si guardano bene dal contaminarsi con i problemi concreti della povera gente, noi pratichiamo un socialismo reale, fatto di pratiche quotidiane. Sono e stiamo, insieme al mio gruppo, in quelle periferie che anche voi avete contribuito ad emarginare e che rispolverate come problema da risolvere, una volta ogni cinque anni per fare campagna elettorale.

Anziché usare me e tutti quei cittadini liberi che sono la forza del nostro gruppo, pensi alla sua battaglia politica e al suo progetto di cambiamento – se davvero ne ha uno – per la città e se vero, possiamo lottare insieme. Ma la finisca di usare me, per la sua incapacità di parlare a quella parte di popolo che con me vuole ripulire questa città e mandarli tutti a casa a trovarsi un vero lavoro”, conclude Francesco de Cicco.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments