sabato, Luglio 20, 2024
spot_img
HomePoliticaTavernise (M5S) attacca Occhiuto: troppe deleghe e la Calabria bloccata

Tavernise (M5S) attacca Occhiuto: troppe deleghe e la Calabria bloccata

La Calabria si trova in una situazione di stallo a causa dell’eccessiva concentrazione di potere nelle mani del Presidente della Regione, Roberto Occhiuto. Le promesse fatte attraverso i social media sembrano essere solo propaganda, tralasciando gli aspetti più importanti della politica, come la risoluzione dei problemi reali dei calabresi. A dirlo è il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Davide Tavernise

L’inquinamento del litorale calabrese, soprattutto nel Mar Tirreno, rappresenta uno dei maggiori fallimenti dell’amministrazione Occhiuto. Le segnalazioni dei bagnanti testimoniano un problema ambientale grave, con spiagge sporche e inquinanti per cittadini e turisti. Nonostante le promesse di intervento, non si sono visti risultati concreti.

La costituzione di Azienda Zero, organizzazione destinata a risolvere i problemi della sanità calabrese, si è rivelata un totale fallimento. Invece di migliorare la situazione, questa iniziativa ha causato ulteriori disfunzioni e complicazioni in un settore già disastrato. La gestione della sanità in Calabria richiede competenza e dedizione, qualità che sembrano mancare.

Il Presidente Occhiuto detiene sei deleghe importanti, tra cui Sanità, Turismo, Ambiente, Infrastrutture, Lavori pubblici e Programmazione comunitaria. Questa concentrazione di potere sembra bloccare l’azione della Regione e impedisce il progresso della Calabria. È necessario che il Presidente crei una squadra competente e impegnata per affrontare seriamente i problemi della regione.

Le critiche mosse al Presidente Occhiuto non sono dettate da interessi personali, ma da un genuino desiderio di vedere la Calabria progredire e migliorare. È urgente agire per risolvere i problemi che affliggono i calabresi e per permettere alla regione di svilupparsi e crescere. Si spera che il Presidente Occhiuto ascolti queste critiche e si impegni seriamente per il bene dei cittadini calabresi – conclude Tavernise.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments