sabato, Luglio 20, 2024
spot_img
HomeCalabriaCosenzaCosenza, PD: “Il 21% delle famiglie godeva del reddito di cittadinanza”

Cosenza, PD: “Il 21% delle famiglie godeva del reddito di cittadinanza”

In questi giorni, 169mila famiglie italiane hanno ricevuto, attraverso un semplice sms da parte dell’Inps, la sospensione del sussidio di reddito o pensione di cittadinanza a partire da agosto. Tale decisione è stata presa in risposta alla nuova normativa che esclude dal beneficio i nuclei familiari senza componenti fragili, come minori.

«La scelta di cancellare il Reddito di cittadinanza – scrive il Pd di Cosenza – rappresenta il superamento dell’universalità delle misure di welfare, caratteristica presente in tutti i Paesi dell’Unione europea, e il ritorno a strumenti categoriali che dividono i destinatari in base all’età e alla composizione del nucleo familiare, anziché basarsi sulla reale condizione di bisogno economico e disagio.

L’obiettivo è colpevolizzare le persone in difficoltà per la loro condizione di povertà, in una logica punitiva che, purtroppo, si sovrappone impropriamente alle politiche di contrasto alla povertà e alle politiche attive del lavoro».

Il Pd bruzio sottolinea alcuni dati: a settembre 2022 erano 99mila i nuclei familiari che beneficiavano del reddito di cittadinanza in Calabria, coinvolgendo 224mila persone. Inoltre in metà dei comuni calabresi, la percentuale dei nuclei percettori era addirittura superiore al 14,5%. Ad esempio, comuni come Cosenza e Corigliano-Rossano registravano rispettivamente il 21% e l’18% delle famiglie percettrici del Reddito di cittadinanza.

«Con questa nuova normativa, molte famiglie – conclude il Pd – non avranno più diritto a ricevere un sostegno economico, anche se si trovano in una condizione di povertà. Questa scelta rischia di aggravare ulteriormente la situazione e di mettere a rischio la sopravvivenza economica di migliaia di famiglie in Calabria. Ci chiediamo come il centrodestra calabrese, ben consapevole della grave situazione sociale, essendo da anni al governo delle principali istituzioni locali con scarsi risultati, non provi vergogna nel supportare un esecutivo nazionale che, dalla promozione dell’autonomia differenziata all’abolizione del Reddito di cittadinanza, ha il dichiarato obiettivo di colpire il Mezzogiorno con ogni mezzo a disposizione».

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments