lunedì, Luglio 22, 2024
spot_img
HomeNewsCittà unica, Franz Caruso al vetriolo: “Dalla Regione solo dinieghi e freni....

Città unica, Franz Caruso al vetriolo: “Dalla Regione solo dinieghi e freni. Occhiuto non ama Cosenza”

“La Corte dei Conti, Organo Costituzionale con funzioni di controllo e giurisdizionali, nella relazione sulla gestione finanziaria degli enti locali, sancisce, in modo inequivocabile, in materia di fusioni dei Comuni, la bontà  della linea adottata dalla mia Amministrazione che è quella di lavorare con metodo deciso alla realizzazione dell’area vasta metropolitana realizzando, da subito, un piano  per la unificazione dei servizi e delle funzioni, prodromico, unitamente allo studio di fattibilità, alla realizzazione della grande città”.

E’ quanto afferma il sindaco Franz Caruso, commentando la relazione sugli Enti locali post-pandemia della Corte dei Conti che,  nel capitolo dedicato alle “Fusioni”, parla anche della possibile città unica tra Cosenza, Rende e Castrolibero.

In particolare, i giudici contabili – si legge in un comunicato stampa del Comune di Cosenza – esprimono perplessità sui processi portati avanti senza spirito identitario e solo attraverso logiche contingenti, ritenendo fondamentale la dimostrazione del vantaggio operativo per le comunità che non è e non può essere scontato superando una certa soglia dimensionale.

Rispetto a questa ipotesi, infatti, si potrebbe verificare addirittura una complessità di gestione dei servizi, compreso quelli finanziari che potrebbe arrecare danni e non benefici.

Rispetto a ciò la Corte dei Conti, suggerisce, quindi, un’azione graduale da avviare attraverso una gestione associata di servizi nell’ambito ottimale, che è ciò che hanno già avviato i Comuni di Cosenza, Rende e Castrolibero.

“A questo punto è appena il caso di ribadire – prosegue il sindaco Franz Caruso – che la Regione Calabria deve assumersi le proprie responsabilità Istituzionali, non facendo mancare ai Comuni i supporti ed i finanziamenti necessari per la realizzazione degli obiettivi di governance che l’area urbana di Cosenza, Rende e Castrolibero persegue con tenacia in settori strategici quali, per fare pochi esempi, i trasporti, l’ospedale, il servizio idrico e quello dei rifiuti etc. Il governatore Occhiuto, inoltre, deve, poi, rinunciare a perseguire logiche di parte in ragione delle quali aggredisce i territori che non si identificano nel suo campo politico. E, invero, dal Governo Occhiuto la città di Cosenza sta ricevendo solo dinieghi e freni, anche su quanto era già in programma, come la realizzazione della metropolitana Leggera, di cui non siamo messi al corrente di nulla, a voler tacere del tentativo di scippo del nuovo ospedale Hub di Cosenza e dei lavori allo Stadio San Vito Marulla. Un intervento importante quest’ultimo che il Presidente Roberto Occhiuto si era impegnato a finanziare, ma per il quale nulla è stato fatto fino ad oggi.

“Detto ciò ci appare chiaro che il governatore Occhiuto – conclude Franz caruso – non ama Cosenza e la sua area urbana e che la sua azione alla Regione Calabria è tutta protesa a contrastare ed ad ostacolare i Comuni, arrivando, in tema di fusione, ad avocare a sé ogni potere decisionale, mortificando le Autonomie Locali ed i cittadini. Un atteggiamento ed un modus operandi intollerabili, contro cui proseguiremo la nostra battaglia a salvaguardia ed a tutela delle prerogative dei Comuni, costituzionalmente garantite, e quelle delle nostre comunità”.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments